Per una libbra di carne / Il mercante di Venezia

Laboratorio di recitazione condotto da Luca Stano richiedi info

“Possiamo chiudere con il passato, ma il passato non chiude con noi.”

W. Shakespeare

LABORATORIO di CREAZIONE TEATRALE

Giorno: venerdì dalle 20.30 alle 23.30

Periodo: da venerdì 2 ottobre a venerdì 21 maggio 2021

Frequenza: monosettimanale
Durata: 8 mesi

Per prenotazioni e info: e-mail02 266.840.98

Il laboratorio darà inizio a SHAKESPEARE EXPERIENCE, una serie di laboratori dedicati al grande Bardo. In questa prima occasione affronteremo e metteremo in scena “Il mercante di Venezia”, partendo dall’analisi drammaturgica, dallo studio dei personaggi e del contesto storico di riferimento: la Repubblica di Venezia del XVI secolo.

Ci avvicineremo ai personaggi e alla messa in scena partendo da stimoli concreti, sensoriali, visivi o meno, per cercare poi una esplorazione attraverso le azioni “in piedi” per raggiungere una piena e potente concretezza scenica, in modo tale da poter trovare quel giusto equilbrio tra gli immensi personaggi shakespeariani e il nostro personale io.

Sarà un viaggio in esplorazione continua, dentro al mare shakespeariano, pieno di Immensità, Fascino, Storia, Bellezza e quel velo di Magia medievale che percorre le opere del Bardo.

Omosessualità, razzismo, rancore, desiderio, amore, dolore, fragilità, precarietà…tanti i temi all’interno del testo. Tanta, tanta carne al fuoco. E tu? (Parafrasando l’album di esordio di Jimi Hendrix…) Are you experienced?

ARE YOU EXPERIENCED? / The Jimy Hendrix Experience
….
Hai mai Sperimentato Qualcosa Di Simile?

Se per un attimo riesci a farti funzionare la testa,
allora unisciti a me.
Ci terremo per mano e guarderemo l’alba,
dal fondo del mare.

Ma prima di tutto, sai di che parlo?
Hai mai sperimentato qualcosa di simile?
Be’, io si.

Lo so, lo so probabilmente urlerai e piangerai
che il tuo piccolo mondo non ti lascerà andare.
Ma a chi nel tuo mondo da niente stai cercando di dimostrare che
sei fatto d’oro e non puoi essere messo in vendita?

Insomma, sai di che parlo?
Hai mai sperimentato qualcosa di simile?
Bè, io si.
Oh, lascia che te lo dimostri. Sì!

Trombe e violini, posso sentirli in lontananza,
credo che ci chiamino per nome.
Forse adesso non riesci a sentirli, ma ci riuscirai
se solo mi tieni per mano.

Oh, ma sai di che parlo?
Hai mai sperimentato qualcosa di simile?
Non necessariamente qualcosa di sballato,
ma meraviglioso.

FacebookTwitterGoogle+WhatsAppLinkedInDeliciousEmailCondividi