Mary Shelley's Frankenstein

Ti ho forse chiesto io, Creatore, di farmi uomo dell'argilla? Ti ho forse chiesto io di trarmi fuori dall'oscurità?

John Milton, Il Paradiso Perduto

mary shelley's frankenstein laboratorio teatrale milano

Descrizione del corso

Un battito di cuore artificiale. Contro natura. Mostruoso. Così inizia Frankenstein, con una creatura che non ha scelto di nascere abbandonata a sé stessa, e il suo creatore che fugge orripilato dal proprio successo.

Nell’immaginario collettivo il nome Frankenstein evoca il mostro gigantesco e privo di intelletto, il primo racconto horror di fantascienza della storia della letteratura, il romanzo gotico.

Ma alla lettura dell’originale appare chiaro che l'”incubo” di Mary Shelley riguardava ben altro: la solitudine, la creazione con il suo carico di responsabilità, l’abbandono. Creatura e Creatore si confrontano, si amano e si distruggono, senza riuscire ad uscire da questo gioco di specchi che con l’annientamento di entrambi. E come i personaggi con i quali si incontrano e scontrano, anche noi come attori saremo chiamati a decidere: chi è il mostro?

Nella prima parte dell’anno analizzeremo il testo e i suoi temi principali e lavoreremo cercando di riconoscere in noi e intorno a noi il mostro, la creatura, il creatore. Daremo loro spazio, corpo e voce. Ci dedicheremo poi alla messa in scena, cercando di restituire l’incubo di Mary Shelley in tutta la sua spaventosa bellezza.

info del corso

durata del corso:

fino a maggio 2024

frequenza:

2 ore settimanali

dove:

Faro Teatrale – via d’Ovidio, 3 (MM2 Piola)

Insegnante:

Orari (a.a.2023/2024):
Venerdì
20:00 –
23:00
costi:

LEZIONI DI PROVA

GIORNO

data

ORARIO

INSEGNANTE

Venerdì

06/10/2023

20:00 -

23:00

Laura Franquillo

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA
Per prenotazioni ed info: e-mail  oppure chiama 02 45.38.19.45

Torna in alto